Abbiamo intervistato Flavia Moriconi, giovane e bravissima wedding planner, per chiederle del suo lavoro e per farci svelare qualche trucco (se ci riusciamo).

Flavia, innanzitutto, raccontaci come sei diventata una wedding planner?

Ho sempre avuto una propensione per l’organizzazione di feste ed eventi in generale, è un mondo che  mi ha sempre affascinato. Dopo tanta fatica, impegno e determinazione sono fiera di essere entrata a far parte di una delle organizzazioni di eventi più rinomate a Roma, Le Bonheur.

Avere a che fare con le spose non deve essere impresa facile, come gestisci lo stress (il loro, ma anche il tuo)?

Se posso fare un precisazione lo stress è parte integrante di questo lavoro, bisogna saperlo gestire come fosse un accessorio imprescindibile dell’evento “ wedding”. Come punti di forza credo di avere un’ottima capacità empatica, cerco di trasmettere tranquillità alle mie spose, le quali non posso che fidarsi ed affidarsi completamente. Ultimo e non ultimo gestisco la mia componente di stress cercando ritagliarmi dei piccoli momenti per me di gratificazione personale.

Qual è la parte del tuo lavoro che ami di più?

Senza dubbio la fase di progettazione, la parte creativa che viene poi messa a compimento, ma la diretta del  Grande Giorno resta  sempre come una Prima Teatrale che mi regala emozioni ogni singola volta.

Ogni matrimonio ha la sua buona dose di imprevisti, alcuni anche molto buffi, ce ne racconti uno particolarmente divertente o incredibile?

In realtà quelli realmente buffi non si posso raccontare…!!!

Che consigli daresti a chi sta organizzando il proprio matrimonio? Ci sono degli assi nella manica che puoi svelarci?

Il mio consiglio è quello di non dare spazio a nessun tipo di improvvisazione ma di affidarsi a professionisti seri che garantiscono sempre un risultato eccelso anche in caso di imprevisti seri o complessi da risolvere. Le Bonheur Eventi rappresenta davvero un valido supporto per chi desidera che il proprio evento nuziale sia curato in ogni minimo dettaglio possibile.

Quali sono le tendenze nel wedding per il 2017?

Il wedding è uno dei pochi settori che non presenta dell “ tendenze” specifiche, ma sono gli sposi con i loro desideri e le loro richieste che di volta in volta “ fanno tendenza”

La musica è un elemento importante in un wedding party, quando e come nasce la collaborazione con Gabriel?

Come spesso capita in questo mondo ho avuto il piacere di conoscere Gabriel e la sua Band in uno dei miei eventi. Il risultato eccelso ed il divertimento degli ospiti mi ha convinto della grandissima capacità di intrattenimento che forniscono e garantiscono agli sposi.

 3 buone ragioni per scegliere Event Music Planner per l’intrattenimento musicale.

Convolgenti – Professionali – di Grande Impatto Scenico

Esiste una colonna sonore perfetta per un momento così importante? E quale canzone non può mancare in scaletta, secondo te?

Non esiste canzone univoca per tutti i matrimoni, credo che ogni coppia abbia la sua colonna sonora perfetta, certamente alcuni brani non possono mancare per la perfetta riuscita dell’evento, uno dei miei preferiti resta sempre  “All you need is love”…un vero classico.

733