Nozze e bon ton

Il matrimonio è un momento unico, sognato, sofferto e questo vale per gli sposi, naturalmente, ma anche per gli invitati. Se non si presta attenzione a piccoli semplici regole di bon ton, il giorno più bello può trasformarsi in un incubo per tutti.
Curiosando sul web, ci siamo imbattuti in alcuni interessanti consigli di blogger e spose esperte per evitare drammi, figuracce e litigate furibonde, sia che stiate da una parte o dall’altra.
Cominciamo da poche buone norme che gli sposi dovrebbero seguire per mettere a proprio agio amici e parenti secondo il blog La luna che vuoi:
1) Scegliete una data lontana dalle festività: non costringete gli invitati a disertare in massa o a farvi maledire perché avete scelto di sposarvi sotto Natale o nella settimana di Ferragosto.

2) Evitate tempi d’attesa che neanche la Notte degli Oscar: se la vostra è una cerimonia religiosa cercate di non dilungarvi in messe cantate o letture infinite, che sono belle, per carità, ma potrebbero stancare la platea e condizionare gli umori. Lo stesso vale per il party e i tempi di attesa tra le portate.

3) Per la vostra musica affidatevi a dei professionisti: la tentazione di rivolgervi a vostro cugino o all’amico di un amico che a 16 anni faceva il dj alle feste del liceo è alta, lo sappiamo, ma lo è anche il rischio di finire a fare il trenino cantando “Brigitte Bardò Bardò”

Se, invece, avete ricevuto un invito, ricordatevi sempre di:

1) Vestirvi con i giusti colori: si racconta di suocere che il giorno del sì hanno scelto di vestirsi di bianco, scatenando l’ira funesta della futura sposa. Ecco, non fate mai un errore del genere. Niente bianco, ma neanche total black, rosso fuoco e viola. Gli occhiali da sole non sono elegantissimi e di certo non vanno mai tenuti durante la cerimonia, non siete mica delle rock star.

2) Arrivare prima della sposa: è bene accogliere l’arrivo della sposa dentro la Chiesa o dentro la Sala Comunale. A sinistra vanno i parenti della sposa e a destra quelli dello sposo. Mai occupare le prime file, sono riservate ai genitori e ai parenti più intimi.

3) Non esagerare mai e in nessun caso: vanno bene le bollicine, ma non trasformatevi in Hooligans dopo una partita. Gli scherzi di matrimonio sono come le cene coi parenti, andrebbero centellinati. Pochi e non eccessivi. Non tagliate nessun indumento, non distruggete piatti o bicchieri e lasciate nonna dove sta.

 

Potremmo continuare, ma per il resto ci affidiamo al buon senso. Auguri e buon divertimento a tutti!

64